APERTURA ANNATA  2016/17 

CANI GUIDA DEI LIONS  -  VIOLINO E VIOLONCELLO

Il 19 ottobre 2016 si è tenuta, presso il Ristorante il Grillo di Capiago Intimiano, la serata di apertura dell’annata Lionistica 2016/2017 che ricade sotto la Presidenza di Camilla Sabatini.

Ha aperto la conviviale la relazione dell’Officer Distrettuale, Gabriele Necchi,  per il “Servizio cani guida dei Lions” che ha sede a Limbiate (MB) e costituisce l’importante service di tutti i Lions italiani dichiarato di interesse nazionale e permanente.

Gabriele Necchi ha compiutamente illustrato come il connubio fra i Lions e i cani guida sia frutto di un lungo ed emozionante percorso che non potrà mai finire per l’alto valore sociale ed umano di far “rivivere” un non vedente, a  piena soddisfazione del motto lionistico  “We Serve”, che ha consentito di raccogliere nel 1925 l’invito della scrittrice  e attivista sorso-cieca Helle Keller ai Lions affinchè divenissero “cavalieri dei non vedenti nella crociata contro le tenebre”.

Sicchè, dall’operatività nel 1959 ad oggi sono stati consegnati e donati ai non vedenti ben 2064 cani guida.

La struttura di Limbiate, resasi autonoma nel 2014, è complessa e completa:

consta di una nursery con 5 sale parto e la zona di svezzamento dei cuccioli, oltre alle aree di allenamento e addestramento.

I cuccioli vengono affidati a delle famiglie che generosamente si offrono di accudirli per circa un anno (sempre sotto stretto controllo del centro) per renderli partecipi di una normale vita sociale.

Poi con grande sofferenza da parte delle famiglie ospitanti i cuccioli che rispondono ai requisiti per diventare cani guida vengono reinseriti nel centro.

I cani in addestramento sono principalmente di razza labrador, per la loro docilità e capacità di apprendimento elevata, per la loro attitudine ed intelligenza.

L’addestramento ha la durata di circa otto mesi in dipendenza dalla velocità di apprendimento del cane.

I costi del centro di Limbiate, precisa Gabriele Necchi, sono sostenuti per il 45% da Lions e Leo Italiani e per la differenza da fondazioni e donazioni private.

Infatti, se da un lato il centro si avvale dell’ausilio prezioso di volontari, dall’altro sostiene integralmente i costi di mantenimento e sanitari dei cani nonché quelli degli addestratori altamente specializzati che vi lavorano.

Da notare anche  che la formazione di un addestratore dura circa 4 anni ed attualmente due di essi per raggiunti limiti d'età lasceranno il centro per cui  nasce  la necessità di ulteriori fondi per la preparazione di nuovi elementi. 

E, si ricordi, il cane guida, punto di svolta per il non vedente, viene gratuitamente consegnato!

 

Successivamente, la serata del Club è stata allietata dalla raffinata esibizione  di Sofia Mantovani al violino e Asja Mosconi al violoncello, studentesse modello e molto impegnate del Liceo Coreutico Musicale Giuditta Pasta di Como.

Il Lions Club Capiago Intimiano così si è collettivamente augurato un' annata piena di stimoli nella condivisione dei progetti finalizzati ai service programmati.